Folgende Inhalte werden demnächst auch in deutscher Sprache verfasst.

Costituzione in mora EE

Ai sensi di quanto previsto dal Testo Integrato Morosità Elettrica (TIMOE - Del. 258/2015/R/eel Allegato A e ss.mm.ii.) si riporta di seguito l’informativa prevista sulla costituzione in mora.


Modalità di costituzione in mora punti disalimentabili

Tali disposizioni si applicano ai Clienti finali titolari di punti di prelievo disalimentabili intesi come tutti i punti per i quali può essere richiesta da parte dell’Utente del trasporto la sospensione della fornitura.

Con riferimento a tutte le fatture non pagate, SELGAS Srl provvederà ad effettuare la costituzione in mora del Cliente tramite comunicazione scritta a mezzo raccomandata (o PEC). Nella predetta comunicazione sarà indicato:

Altresì, nel caso di Clienti finali in Bassa Tensione, la comunicazione specificherà che, qualora sussistano le condizioni tecniche del misuratore, prima della sospensione della fornitura, verrà effettuata una riduzione della potenza ad un livello pari al 15% della potenza disponibile e che, decorsi 15 giorni dalla riduzione della potenza disponibile, in caso di mancato pagamento da parte del Cliente, verrà effettuata la sospensione della fornitura.

Se negli ultimi 90 giorni il punto di riconsegna non è già stato oggetto di richieste di Chiusura per sospensione della fornitura per morosità, i termini precedenti non possono comunque essere:

Se negli ultimi 90 giorni il punto di riconsegna è già stato oggetto di richieste di Chiusura per sospensione della fornitura per morosità, i termini precedenti non possono comunque essere:

Indennizzi

In caso di mancato rispetto delle previsioni di cui sopra, SELGAS non può richiedere il pagamento di alcun ulteriore corrispettivo dovuto per la sospensione o riattivazione della fornitura; inoltre, sarà tenuta a corrispondere al Cliente finale un indennizzo automatico come segue:

L’indennizzo automatico spettante al Cliente è corrisposto direttamente o in occasione della prima fattura utile, attraverso detrazione dall’importo addebitato nella medesima fattura. Nel documento di fatturazione o comunque nella comunicazione di accompagnamento deve essere indicato:

Nel caso in cui l’importo della prima fattura addebitata al Cliente sia inferiore all’entità dell’indennizzo automatico, la fatturazione deve evidenziare un credito a favore del cliente stesso, che deve essere detratto dalle successive fatturazioni fino ad esaurimento del credito relativo all’indennizzo dovuto, ovvero corrisposto mediante rimessa diretta. In ogni caso, l’indennizzo automatico, ove dovuto, deve comunque essere corrisposto al cliente finale entro 8 mesi dal verificarsi della sospensione.

Si informa la Clientela che in caso di costituzione in mora, il Cliente può effettuare la comunicazione del pagamento dovuto ai seguenti recapiti: